Bullet Journal italiano - il metodo

Updated: Mar 2, 2019

English version here

Bullet Journal o "come programmare la vita una lista alla volta."

La guida definitiva in italiano.



Se non hai mai sentito parlare di bullet journal o bujo, sei nel posto giusto giusto.


Se invece ne hai già sentito parlare scopri subito come creare un bullet journal perfetto in 10 mosse.


Chi ha inventato il Bullet Journal?


Come alcuni sicuramente sapranno, nel non così lontano 2013, Ryder Carrol, ideò il cosiddetto “metodo Bullet Journal”.


L'idea di quello che sarà poi il Bullet Journal Method venne quasi per caso: chiacchierando con un amico.


Come ogni grande idea, il metodo bujo ( bullet journal)nacque da una necessità: quello di vedere le cose della sua vita in modo più chiaro ed organizzato.


Una storia non poi così diversa dalla nostra, di inchiostro and paper.


Che cos'è il bullet journal?


"Bullet" in inglese significa proiettile ma anche pallino, quando associato alla parola "point": bullet point è il termine inglese per "elenco puntato". "Journal" è invece il diario.


Com'è facile intuire, il bullet journal è il metodo per costruire un diario (agenda) utilizzando la sinteticità tipica degli elenchi puntati per organizzare il proprio tempo.


Rappresenta un metodo dinamico e flessibile per schematizzare i propri impegni nel breve e nel lungo termine.


In particolare il "bullet" non è affatto l'unico simbolo che costituisce un elenco puntato, possiamo dire invece che i diversi punti su cui si costruiscono le proprie liste, sono il cuore di tutto il metodo.


In base al simbolo utilizzato, si possono raggruppare gli impegni, gli appuntamenti, gli eventi, le cose da fare e quelle già fatte, i traguardi ma anche e soprattutto i vari ambiti della propria vita.


Non l'abbiamo ancora detto ma la peculiarità del bujo è quello di essere fai da te. Basta un quaderno come questo, una penna, dei colori e potrai gestire il tuo tempo nel modo più adatto alle tue esigenze.


Se ti è difficile usare un'agenda con costanza per tutto l'anno e ti ritrovi a segnare le liste di cose da fare su fogli bianchi, il metodobullet journal fa per te.


Non devi infatti attenerti allo schema stampato del diario /agenda, bensì sarai tu a crearlo come vuoi!


Per chi inizia, il metodo bujo non è affatto semplice.


Con un pizzico di pazienza però, può dare grandi risultati in termini di qualità dell'organizzazione e gestione del tempo.


Vediamo come si fa un bullet journal


Andiamo per bullet [ovviamente😁].


1) Scegli il quaderno giusto.

Scegliere il quaderno giusto per il bullet journal è essenziale. Ecco alcune delle caratteristiche che non possono mancare assolutamente:

  • grandezza giusta (un A5 è perfetto)

  • spessore e peso adeguati (devi maneggiarlo con facilità e portarlo con te quando lo desideri)

  • carta abbastanza spessa (almeno un 100gr/mq)


Thanks to @danis.klebekram for the amazing work and photo

Ecco i nostri quaderni per il bullet journal

N.B.: La qualità della carta è fondamentale per poter usare senza pensieri i tuoi pennarelli e penne preferite.


Ricorda che grammature di carta inferiori ai 100 gr/mq possono compromettere la qualità del tuo bujo, soprattutto se hai appena iniziato. Grammature inferiori fanno trapassare il colore da una parte all'altra creando un effetto sgradevole.


Prediligi carte non troppo ruvide e mi raccomando: sempre certificate FSC.

Attenzione!

I quaderni molto economici non sono certificati, sono pertanto dannosi per l'ambiente, oltre che per te.


GUARDA IL TEST DEGLI EVIDENZIATORI FATTO SULLA NOSTRA CARTA!


  • scegli fogli puntinati (dots; dot paper)o fogli completamente bianchi. Se preferisci, ovviamente, puoi prendere anche i fogli a righe, ma limiterebbero la tua libertà mentale di organizzarti come preferisci.


2)Crea un indice.

L'indice è fondamentale per il bullet journal.


Tutte le pagine saranno infatti numerate e un indice sarà essenziale per tracciare la posizione di ciascuna sezione.


È proprio all'indice che dedicherai le prime 4 facciate bianche contigue (l'una accanto all'altra).


3) Crea il future log (registro del futuro).

In questa sezione inserirai il prospetto complessivo dei prossimi mesi.

Il future log del tuo bujo è il posto in cui inserire i punti salienti del tuo anno. Ti consigliamo di dedicare 1 facciata a 2 o 3 mesi.


4) Crea il monthly log (registro del mese).

A questo punto inizia il dettaglio del mese.


In questa parte del tuo bullet journal dovrai scrivere sulla facciata di sinistra, i numeri del mese in un'unica colonna.

Sempre sulla sinistra, seguiti, ciascuno, dall'iniziale del giorno corrispondente.

A lato di ciascun giorno scrivi l'eventuale evento cruciale o data limite per qualcosa (compleanno Mamma, fine lezioni, esame di Biologia... etc).


Nella facciata di destra invece, scrivi tutto ciò che senti di dover fare in quel mese. Svuota tutti i tuoi appunti mentali e raccogli il contenuto di tutti i post-it in un unico punto, tramite una lista sintetica e chiara. Ricorda di essere breve e concis*.



bullet journal by @cindywildflowers


5) Crea il daily log (registro del giorno)

Inizia finalmente la sezione del bullet journal in cui puoi sviscerare il programma del tuo mese: giorno per giorno.


Hai completa libertà nell'organizzare lo spazio e il tempo che dedichi a ciascun giorno. Puoi organizzarlo in anticipo, oppure (consigliato) farlo giorno per giorno.


Bullet point per il bullet journal: la sintesi aiuta la chiarezza mentale.


*** ricorda di numerare tutte le pagine!***


6) Check di fine mese

Alla fine del mese, nel ricreare il tuo registro mensile e giornaliero, controlla se hai completato tutte le cose da fare o se hai lasciato scoperto impegno.


Nel caso ti sia rimasto qualcosa da fare, trasponilo nel mese successivo.


7) I significanti (signifiers): l'apice dell'organizzazione personalizzata

I signifiers sono dei simboli che si sostituiscono al pallino tipico dell'elenco puntato.


Nel bullet journal, come anticipato all'inizio, i tuoi alleati saranno questi cosini cui darai un significato intrinseco.


Non esistono regole precise in merito, ed è proprio questa la caratteristica che ama chi si approccia al bullet journaling.


Hai completa libertà di scegliere il simbolo che più preferisci per indicare le voci del tuo elenco appartenenti alla medesima lista.

Ecco alcuni esempi:


➸ lezione

♁ palestra

❤︎ appuntamento amici/partner

⦿ bollette


Ricorda di usare sempre i significanti quando aggiorni le voci del tuo bullet journal: aiutano la schematizzazione mentale e di conseguenza l'ordine.


8) Crea delle collections

Le collections sono delle liste più ampie, organizzate per tipologia invece che per organizzazione temporale.


Uno strumento fondamentale per chi si sente costretto tra le pagine contate di agende già impostate.


Un esempio di collection può essere "libri da leggere nel 2019": qui segnerai tutti i titoli che ti proponi di leggere e, quando lo avrai letto, potrai spuntarlo dalla lista.


Altri esempi di collection possono essere: regali di natale, obiettivi entro l'anno, posti da vedere, salute, casa etc.


9) Dai libero sfogo alla tua creatività

Utilizza il tuo bullet journal come un luogo in cui riappropriarti del tuo tempo.


Prenditi il tempo di sentire la carta che scivola sul dorso della mano, il rumore della penna che hai scelto con cura nella cartoleria di fiducia.


Disegna, colora, incolla, taglia: dedica tempo per costruire la casa di carta del tuo tempo!


E poi...

Quaderno DOTS bullet journal by inchiostro and paper

10) Ricordati di usarlo sempre

Più userai il tuo bullet journal, più affinerai il metodo.


In un primo momento ti sembrerà ostico ma più progetterai con la penna e la matita i tuoi mesi, più saprai organizzarti al meglio, seguendo le linee essenziali dei tuoi bullet point.


La fantastica Qualcosa di Erre (il guru della cartoleria e del bujo in Italia - 22.000 subscribers su youtube!-) parla in questo video dei nostri quaderni e di come usarli per fare bullet journal!


Anche noi di inchiostro and paper stiamo usando il metodo bullet journal per organizzazione i nostri prossimi progetti. Pianifichiamo le cose da fare su scala giornaliera, mensile e annuale sui nostri stessi quaderni (ovviamente!) e sugli stessi, stanno prendendo vita i bozzetti delle nuove illustrazioni.


E tu cosa ne pensi del bullet journal? Preferisci farti guidare da un'agenda o preferisci le liste su foglio libero?


Condividi l'articolo e commenta!


Ricordati di seguirci su FB e Instagram per rimanere aggiornat* e dirci cosa vorresti vedere nella prossima collezione inchiostro and paper!


Follow us on:

  • Black Instagram Icon
  • Black Facebook Icon
  • Black YouTube Icon
  • Black Pinterest Icon
  • medium

Pssst...we'd love to see how much you like your inchiostro and paper products so make sure to use #inchiostroandpaper when sharing pictures on your Instagram and Facebook photos!

Never miss a thing!

© 2018 inchiostro and paper ltd. Company number - 11477993 - All rights reserved. 
Some of the pictures on this website are taken by Reetta Vahanen
We use cookies to help give you the best experience on our website.
By continuing without changing your cookie settings, we assume you agree to this.

Please read our cookie & privacy policy to find out more.